ANKON Consorzio Sportivo

 

L’Edilcost Ancona fa suo il derbissimo

Non inganni troppo il risultato finale (3-0 in favore dell’Edilcost Ancona): benché la squadra di Raffaella Cerusico abbia vinto con merito e in fondo senza soffrire eccessivamente al cospetto della Somea Bftm Falconara, il match fra le anconetane e le falconaresi è stato alquanto tirato, con concessione quasi nulla allo spettacolo. D’altra parte, nell’ambito del volley dorico, questo è il derby per antonomasia e, come in ogni stracittadina che si rispetti, spesso capita che la grande tensione agonistica pregiudichi un po’ l’aspetto tecnico (estetico) del confronto. Così è stato oggi: fin dal primo set le squadre hanno giocato punto a punto, sui nervi, con continui avvicendamenti in testa ai parziali.
Nel primo, ad esempio, l’Edilcost Ancona, con la centrale Pettinari, sembra cominciare bene, portandosi subito sul 2-0. Il prosieguo però vede la Somea mettere la testa avanti, seppur con un esiguo vantaggio: al primo time out tecnico le ospiti conducono 8-6, al secondo 16-15. A quel punto c’è il ritorno dell’Edilcost Ancona, che aggancia le avversarie e poi le stacca. Pettinari continua a dire la sua, ora ben coadiuvata dal martello Da Col; Falconara, invece, con Okrachkova e Filanti, comincia a sbagliare troppo. Il set si chiude 25-20 in favore di Leo Chiappa e compagne con un punto della centrale Ceppitelli. Nel secondo parziale le squadra seguitano a viaggiare a distanza ravvicinata, anche se stavolta è l’Edilcost che rimane leggermente avanti al momento delle due sospensioni tecniche (rtispettivamente 8-7 e 16-14). In questa fase del match inizia ad emergere la consueta classe ed efficacia in attacco di Laura Zebi ed anche la giovane Lucia Guidi si mostra sempre meno timida nel chiudere il punto. Falconara però non demorde e rimane attaccata alle doriche, affidandosi all’esperienza dell’Okrachkova e alla verve della Filanti. Ci pensa la solita Zebi a togliere la castagne dal fuoco, mettendo a segno l’ultimo decisivo punto del set, che finisce 25-23 per l’Edilcost. Andamento e finale analogo si verificano nel terzo parziale, che tuttavia vede le falconaresi maggiormente incisive a muro e in attacco. Non a caso, coach Cerusico propone in campo Claudia Canuti al posto di Lucia Guidi poco prima della metà del set per rinforzare ricezione e difesa. Dopo il secondo time out tecnico, con la Guidi di nuovo in campo, pian piano l’Edilcost Ancona prende il sopravvento sulle ospiti: si giunge fino al 24-21 in favore delle doriche, che dunque hanno a disposizione tre palle match. Filanti, con due schiacciate vincenti, annulla le prime due, ma al terzo tentativo l’Edilcost riesce a chiudere la partita: è capitan Chiappa che, con un astuto tocco di seconda, mette la parola fine al derby. Il set termina 25-23 e l’Edilcost si impone sulla Somea per 3 set a 0.
Raffaella Cerusico è visibilmente soddisfatta della prestazione e del risultato: “La partita, come a volte succede per i derby più sentiti, non è stata bellissima, ma quello che conta è che abbiamo saputo fare risultato pieno pur non giocando granché bene, come accade alle grandi squadre. Questa vittoria ci consente di continuare a guidare la classifica a punteggio pieno e sta a dimostrare che le mie ragazze hanno la mentalità giusta per arrivare lontano, una mentalità che ci aiuterà anche a colmare alcune lacune tecniche che ancora evidenziamo in partita. D’altra parte va rimarcato che il nostro cambiopalla oggi ha funzionato bene; non a caso, siamo state abili a rimanere aggrappate alle avversarie anche quando queste si trovavano sopra di 2-3 punti.
Guardiamo avanti con grande fiducia.” Francesco Lombardi, tecnico della Somea, non nasconde invece una punta di delusione: “Peccato aver perso 3-0: con un’Edilcost così rimaneggiata (Aricò e Pieri out, ndr) avremmo potuto tentare qualcosa di meglio. Purtroppo non abbiamo saputo tenere il ritmo delle nostre rivali nella seconda metà dei tre set e non siamo state neppure in grado di approfittare di alcuni loro errori nei momenti importanti della partita. Se non altro, rispetto alla sconfitta casalinga di una settimana fa contro Trevi, ho visto una crescita della mia squadra. Noi comunque abbiamo come obiettivo primario la salvezza, al contrario dell’Edilcost che, se e quando sarà al completo, avrà buone chances di poter accedere ai play off.”

Giovanni Marcelli – Addetto Stampa Edilcost Ancona

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo