ANKON Consorzio Sportivo

 

L’Edilcost Ancona si arrende alla GS DìXDì Emmedata Loreto

Purtroppo non è andata come si sperava: l’Edilcost Ancona, impegnata ieri pomeriggio al PalaSabbatini nel derby contro la GS DìXDì Emmedata Loreto, è uscita dal proprio campo con una netta sconfitta accompagnata dalla cocente delusione dei tantissimi tifosi di casa che stipavano come non mai le tribune dell’impianto dorico. Un incontro, quello di ieri con le lauretane, che non si presentava come abbordabile, ma che pareva aperto ad ogni esito; certo però nessuno si aspettava che Loreto potesse uscire dal PalaSabbatini sbrigando la pratica in proprio favore nell’arco di soli tre set. E pensare che, all’inizio del match, l’Edilcost Ancona ingrana subito la quarta: con una Pieri subito in palla le doriche si portano infatti prima sul 6-2 e poi, al primo time out tecnico, sull’8-3 (l’ottavo punto è messo a segno con un ace proprio dalla centrale dorica). Si rientra in campo e la musica sembra non cambiare: l’Edilcost Ancona, complici anche un po’ di errori in serie della formazione ospite, arriva a condurre fino al 13-7. Ma è a quel punto che la GS DìXDì Emmedata Loreto imprime una svolta decisiva alla partita: con la centrale Mastrodicasa al servizio Loreto prima pareggia e poi mette la testa avanti in occasione della seconda interruzione tecnica (16-15 in favore delle lauretane). Di lì in poi le due squadre rimangono attaccate fino al 22-22; è in questo frangente che Ancona paga alcuni limiti di tenuta mentale, mentre Loreto stringe i tempi. E così, prima un errore della Pettinari in battuta, poi un uno-due micidiale della Mastrodicasa e della Alessandrini permettono alla GS DìXDì Emmedata di vincere il parziale 25-22. I due set successivi sono molto meno equilibrati, perché Loreto in verità prende in mano le redini del gioco, al contrario dell’Edilcost che si mostra fallosa, ma soprattutto troppo arrendevole. L’approccio al secondo parziale delle ragazze di Raffaella Cerusico è emblematico: in men che non si dica, a causa di avidenti lacune in ricezione, Leo Chiappa e compagne subiscono un parziale di 4-0 sul turno al servizio della solita Mastrodicasa. Il vantaggio per le ospiti si consolida via via: alla prima sospensione tecnica le lauretane comandano 8-5, alla seconda 16-11. Nonostante la buona volontà abbozzata dalla Pettinari e dalla Da Col, a fronte di una Zebi meno efficace del solito, la formazione di Sabbatini non ha problemi a controllare il punteggio, supportata dagli attacchi delle bande, in particolare del capitano Daniela Stagnaro. Il secondo parziale premia le ragazze lauretane con lo stesso punteggio del primo set (25-22). Nel gioco conclusivo il divario fra le due squadre si fa più nitido: al primo time out Loreto è a +3 (8-5), al secondo +5 (16-11). Set e partita sono virtualmente compromessi per l’Edilcost, se non fosse che la GS DìXDì si concede qualche piccola distrazione che regala alle doriche l’illusione di avere ancora qualche speranza per rimandare la fine del match (l’Edilcost rimonta fino al 18-20). Poi però ci pensa l’Alessandrini che, con estrema nonchalance, mette a terra le schiacciate che chiudono il set (25-21) e l’incontro (3-0) in favore di Loreto.
Ovviamente contento della prestazione delle sue il coach ospite Luciano Sabbatini, che ora si gode l’allungo al vertice della classifica: “Le ragazze hanno cominciato un po’ contratte, ma, dopo la metà del primo set, il nostro livello di gioco è salito a vista d’occhio, con un’ottimo rendimento a muro e negli attacchi di banda. Ogni elemento della squadra ha dato il massimo di ciò che oggi poteva, ma sono convinto che si può migliorare ulteriormente nel prosieguo del campionato. Con questa vittoria le cose per noi si stanno mettendo molto bene, perché il nostro destino ora dipende solo da noi. Non bisogna però abbassare la concentrazione, perché, con i 3 punti in palio di settimana in settimana, tutto si può rimescolare.”
Chiaramente rabbuiata, invece, Raffaella Cerusico: “Dopo il fuoco di paglia nell’avvio del primo set, abbiamo perso la lucidità per giocarci fino in fondo la partita. Pur riconoscendo i meriti della compagine avversaria, che dispone di pallavoliste davvero forti, dobbiamo infatti recriminare per l’atteggiamento timido che abbiamo palesato in diverse fasi del confronto. Contro squadre come Loreto occorre non mollare mai, altrimenti si rischiano brutte figure. Comunque, anche se oggi è andata male, non dobbiamo fasciarci la testa, ma anzi continuare a lavorare come e più di prima: il turno di riposo di sabato prossimo potrebbe essere utile per resettare ciò che attualmente non funziona a dovere, specialmente a livello mentale. L’obiettivo rimane quello di arrivare il più in alto possibile, consapevoli che, sebbene la vetta della graduatoria ora sia più lontana, il campionato è ancora lungo e nulla è precluso.”

Giovanni Marcelli – Addetto Stampa Edilcost Ancona

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo