ANKON Consorzio Sportivo

 

Tie break ancora fatale all’Edilcost; derby alla Somea

16^ giornata: Somea Bftm Falconara – Edilcost Ancona 3-2
RISULTATO: 3-2
(17-25 in 23′, 25-21 in 24′, 25-27 in 31′, 25-20 in 26′, 15-10 in 16′)
ARBITRI: Merli e Ciriello

Falconara: Spicocchi 12, Lombardi S. 6, Bellucci 19, Filanti 13, Graidi 1, Okrackova 22, Piattella, Lombardi E., Sabbatini, Bianchi (l), Ginesi. All.: Lombardi

Ancona: Pettinari 18, Pieri 6, Aricò 12, Da Col 20, Sediari 2, Zebi 12, Canuti, Chiappa, Zannini, Ceppitelli, Mari (l), Guidi. All.: Cerusico

Ci risiamo. Dopo la vittoria contro la mediocre Ecomet Marsciano – che, col senno del poi, va considerata poco più che un tiepido ‘brodino’ – l’Edilcost Ancona, attesa alla prova del nove contro la Somea Bftm Falconara, è incappata in un’altra bruciante sconfitta al tie break. Sul campo del PalaBadiali, in casa delle ‘cugine’ falconaresi, le ragazze di Raffaella Cerusico hanno nuovamente mostrato i soliti difetti di tenuta mentale che le hanno frenate contro le avversarie di maggior spessore tecnico. Per certi versi, l’andamento del match di ieri ha ricordato quello dell’incontro di Casette.
L’Edilcost Ancona, che deve ancora fare a meno di capitan Chiappa in regia e affidarsi alla palleggiatrice Laura Sediari, parte bene, aggiudicandosi il primo set, dopo un avvio punto a punto con la Somea (al primo time out tecnico le doriche sono avanti di una sola lunghezza) e un riavvicinamento delle giocatrici di Lombardi al momento della seconda sospensione (con le anconetane a condurre 16-15). Il parziale si conclude 25-17 per l’Edilcost, trascinata nel finale dai colpi di Aricò e Pettinari. Il secondo set, invece, è caratterizzato dal ritorno della Somea in cui cominciano a girare a regime le schiacciatrici Bellucci e Okrackova, pur acciaccata. Alla prima interruzione tecnica Falconara guida 8-6, alla seconda 16-12. Nel finale coach Lombardi è costretto a far riposare l’attaccante russa, ma l’esito del set non viene messo in discussione, grazie anche al buon apporto delle giovanissime centrali Lombardi e Spicocchi (quest’ultima, soprattutto). Il parziale termina 25-21 in favore della Somea Bftm Falconara. Il terzo set è il più combattuto: le due squadre si confrontano con grande agonismo, sebbene in dirittura d’arrivo le padrone di casa sembrino averne di più. Una decisione arbitrale assai discutibile (un attacco a segno delle Somea chiamato ‘out’) rimette però in gioco l’Edilcost Ancona, che, anziché trovarsi sotto 24-21, si riporta ad un passo dalle avversarie sul 22-23. Un ace di Ramona Aricò determina l’aggancio; il set poi prosegue fino ai vantaggi. A chiuderlo sul 27-25 ci pensa Valentina Pettinari con un bel muro. Come è successo a Casette, quando l’inerzia della partita sembra arridere loro, le ragazze di coach Cerusico si arrendono inspiegabilmente. Stavolta l’illusione che nel quarto set l’Edilcost riesca a far propria l’intera posta dura quantomeno fino al 10-7 in favore delle doriche; di lì in avanti è quasi solo Somea, con capitan Bellucci, più rabbiosa che mai, a far da apripista alla sua squadra. L’Edilcost tiene fino al 16-16, poi, nonostante una volitiva Valentina Pettinari, cede di schianto. L’esperta Okrackova, incontenibile in attacco, mette il sigillo al set, che finisce 25-20 per Falconara. Purtroppo il successivo tie break si svolge come gli altri tre sin qui disputati dalla compagine anconetane: le doriche omettono di giocarlo, concedendo una comoda passerella alle avversarie di turno. La Somea vince così il derby 3-2, rosicchiando un punto in classifica alle doriche, che adesso sono incalzate ad una sola lunghezza di distanza dalla Lucky Wind Trevi.
Riguardo all’incontro di ieri, Francesco Lombardi, allenatore della Somea Bftm Falconara, esprime tutta la sua contentezza: “Oggi abbiamo dato vita ad una prestazione importante, esprimendo una grande intensità di gioco durante tutta la partita. Probabilmente ci ha anche facilitato l’assenza della palleggiatrice Chiappa fra le fila dell’Edilcost, ma comunque ci abbiamo messo molto del nostro per vincere il match. Mi auguro che la Somea continui ad essere sempre così battagliera; dove potremo arrivare, lo si potrà capire dopo le due prossime partite contro l’AST Latina e la GS DìXDì Emmedata Loreto.” Di tutt’altro tenore le parole di una delusa Raffaella Cerusico: “Sapevamo che sarebbe stata una partita dura, ma abbiamo avuto occasione di chiuderla e non l’abbiamo fatto. Il problema è che siamo troppo altalenanti e per questo subiamo dei cali vistosi durante i match. Ci è mancato anche il nostro capitano in regia, per quanto Laura Sediari si sia ben comportata. Con la Chiappa avremmo potuto sfruttare meglio il gioco sulle centrali, specialmente ora che le nostre schiacciatrici non sono in un momento di estrema brillantezza. Questo però non giustifica la nostra prestazione insoddisfacente. Così non va: dobbiamo lavorare ancor di più in palestra e imparare a reagire alle situazioni difficili in partita.”

Giovanni Marcelli – Addetto Stampa Edilcost Ancona

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo