ANKON Consorzio Sportivo

 

Una brutta Edilcost Ancona ko a Rieti

23^ giornata: CentralMotor Rieti – Edilcost Ancona 3-2

RISULTATO: 3-2 (23-25 in 23′, 25-20 in 21′, 21-25 in 22′, 25-23 in 24′, 15-12 in 16′)
ARBITRI: Zolesi e Paradiso

Rieti: Russo 16 Miccadei 5, De Santis 19, Lunardi 10, Sangiorgio n.e., Novelli n.e., Di Pierro 12, Valeri (l), Casale 6, Rynk 6, Berardi. All.: Broccoletti

Ancona: Pettinari 16, Pieri 14, Aricò 6, Da Col 12, Zebi 21, Mari (l), Ceppitelli, Chiappa, Sediari, Zannini n.e., Guidi n.e., Canuti n.e. All.: Fusco

Dopo le ultime prestazioni si pensava che ormai l’Edilcost Ancona avesse assunto la mentalità giusta per perseguire l’obiettivo dei play off e invece oggi, al termine di una prova sconcertante contro la non trascendentale CentralMotor Rieti, tutte le buone impressioni che la squadra dorica aveva offerto di recente sono state drasticamente smentite. Leo Chiappa e compagne, al cospetto delle sabine, sono apparse svagate e tremebonde, senza mai mostrare la concentrazione e la determinazione che ci si attenderebbe da una squadra che ambisce a conquistare gli spareggi promozione. Rieti, al contrario, ha giocato la partita della vita, non lasciando nulla al caso e mettendo in difficoltà la compagine anconetana durante tutto l’incontro, conclusosi, con pieno merito delle padrone di casa, sul punteggio di 3 set a 2 per la formazione di Broccoletti. Che le intenzioni delle sabine sarebbero state bellicose, d’altronde, lo si capisce fin dall’inizio del match. Il primo set infatti inizia in maniera assai equilibrata ed anzi vede le ragazze reatine allungare in occasione del secondo time out tecnico sul 16-12.
Il set prosegue con le laziali sempre in vantaggio, sospinte dalle centrali Lunardi e De Santis (quest’ultima in assoluto la migliore in campo nell’arco del match). L’Edilcost prova a rifarsi sotto con Pettinari, ma apparentemente invano: sul 23-20 il parziale sembrerebbe chiuso in favore della CentralMotor. A questo punto però la palla si fa pesante e Rieti fa qualche errore di troppo. Ancona ne approfitta e con un attacco di Tatiana Pieri chiude il primo gioco 25-23. Il secondo set, dopo un avvio alla pari, propone un’Edilcost che sembra pronta a prendere il largo. Le doriche si portano avanti anche di 5 lunghezze, prima sul 12-7, poi sul 14-9. Ma il ritorno della formazione reatina, guidata in regia dall’ottima Rynk, è veemente: l’aggancio arriva sul 17-17, dopo che coach Broccoletti decide opportunamente di sostituire l’imprecisa schiacciatrice Casale con la più volitiva Miccadei. Non è un caso che sia proprio la neoentrata a suggellare con un colpo vincente la vittoria del set (25-20). Per le ospiti è tutto da rifare e nel terzo set, in effetti, pare che le doriche riescano a trovare la giusta misura per contrastare le avversarie. il parziale scorre via abbastanza agevolmente per le giocartrici di Luisa Fusco: alla prima sospensione tecnica conducono 8-4, alla seconda 16-11. Il set si chiude 25-21 (della Zebi il punto finale) in favore dell’Edilcost. Sospiro di sollievo? Macché! Il quarto set fa suonare all’unisono tutti i campanelli d’allarme che già tintinnavano nei primi tre giochi. Eh già: Ancona, dopo un inizio di parziale punto a punto con le avversarie, lascia via via scappare la squadra reatina, che, soprattutto con il muro, crea gravissimi imbarazzi al gioco dorico. L’opposta Russo e ancor più la centrale De Santis, ben coadiuvate in questa fase dal martello Di Pierro, portano la compagine di casa fin sul 24-19. Nonostante i 5 set point a disposizione, Rieti per poco non concede all’Edilcost l’incredibile rimonta. Sul 24-23 in proprio favore, però, la formazione laziale riesce a chiudere i conti, mettendo a terra l’agognato 25° punto. E’ la condanna – l’ennesima per l’Edilcost Ancona in questa stagione – del tie break. Purtroppo stavolta si assiste alla riedizione degli inquietanti set di spareggio che Leo Chiappa e compagne, fino a qualche settimana fa, regalavano sistematicamente alle rivali di turno. Rieti vince il quinto set in scioltezza 15-12, aggiudicandosi l’incontro – e con esso festeggiando praticamente la salvezza – 3 set a 2. L’Edilcost, da par suo, è costretta ad accontentarsi di un punto, ritrovandosi nella scomoda situazione di dover confidare nei passi falsi dell’AST Latina e della Lucky Wind Trevi. Per raggiungere i play off, adesso, bisogna anche sperare nelle disgrazie altrui.
Anche per questo, oltre che per la scadente prestazione fornita dalle sue ragazze, l’allenatrice dorica Luisa Fusco, al termine della partita, non lesina un commento durissimo sul match: “Oggi non abbiamo giocato, non abbiamo fatto nulla di ciò che avevamo preparato in settimana. Sono delusa non solo perché abbiamo sbagliato dal punto di vista tecnico, ma in primis per il fatto che è mancato completamente l’adeguato approccio mentale a questo incontro. La testa era da un’altra parte: se ci ripresenteremo in campo in questo modo, non andremo lontano, a prescindere da quello che faranno le nostre avversarie.” Raggiante il tecnico sabino Broccoletti: “Ci siamo espressi sopra le righe, ma non potevamo fare altrimenti per battere una squadra forte come l’Edilcost Ancona. Stiano tranquilli comunque gli amici marchigiani: metteremo lo stesso impegno pure nell’ultima partita di campionato contrto l’AST Latina, anche se la salvezza sarà già raggiunta.” Infine, spazio obbligato all’eroina del match di oggi, la centrale reatina De Santis: “Sono rimasta sorpesa io per prima della qualità della mia prestazione. In realtà però devo ringraziare tutta le mie compagne se ho saputo esprimere un rendimenteo del genere. Peccato che la nostra squadra sia stata troppo altalenante in questa stagione; se avessimo giocato sempre su questi livelli ci saremmo potute togliere ben altre soddisfazioni.”

Giovanni Marcelli – Addetto Stampa Edilcost Ancona

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo