ANKON Consorzio Sportivo

 

Elisa Bonaldo: “Sono tranquilla, ma dobbiamo crescere”

L’ex Umbertide al suo primo anno alla Sma, parla del momentaccio delle doriche

ANCONA _ Cos’è successo alla Sma Ancona a Chieti? Come mai ha rimediato una sconfitta così sonora nel terzo turno del campionato di basket femminile di A2? Lo chiediamo alla guardia romagnola Elisa Bonaldo, al suo primo anno ad Ancona proveniente da Umbertide, serie A1. “E’ successo che siamo partite molto male _ dice la Bonaldo _. Inizialmente ci siamo tutte concentrate sulle loro lunghe, e il Chieti ha iniziato a infilarci ripetutamente con le piccole dalla distanza, tanto da inanellare un 7 su 9 da tre punti solo nel primo parziale. Poi abbiamo cominciato a contrastare maggiormente le avversarie al di fuori dalla lunetta, e sono emerse le loro lunghe, che in fatto di centimetri ci erano superiori, iniziando a fare punti da sotto canestro. Insomma, ci è andata veramente male”.

Forse la giornata storta della Sma è coincisa con una particolarmente brillante del Chieti? “Forse può starci anche questo, il Chieti ha evidenziato delle percentuali di realizzazione notevoli”.

Un passo indietro rispetto alla vittoria del turno precedente contro l’Alcamo. Cosa fare per non rimediare più sconfitte del genere? “Migliorare con il lavoro quel che non è andato a Chieti, vale a dire in particolare la fase difensiva. Nel terzo parziale eravamo riuscite ad arrivare a -12, poi abbiamo fallito qualche tiro e la gara ci è definitivamente sfuggita”.

Due sconfitte su due gare esterne e c’è un’altra partita lontano da Ancona (a Ragusa) all’orizzonte. Si deve iniziare a parlare di sindrome da trasferta? “Ma no, per ora sono tranquilla. Certo, dobbiamo lavorare ancora parecchio”.

Sei una delle giocatrici più esperte e quotate della squadra. La Sma ha le potenzialità per poter recitare un ruolo da protagonista, in campionato? “A mio avviso ci sono sicuramente buone individualità, ma bisogna considerare anche altre componenti che concorrono a determinare una squadra: il gruppo, la sintonia, la coesione, l’allenatore… Parlando a titolo personale, le cose sono migliorate rispetto all’inizio, ma so di dover lavorare ancora tanto”.

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo