ANKON Consorzio Sportivo

 

L’Edilcost batte 3-2 il Pontecagnano quarto in classifica

11^ giornata serie A2 2009/10: Edilcost Ancona – Lavoro.Doc Pontecagnano (3-2)

RISULTATO: 3-2 (12-25 in 21′, 25-23 in 26′, 22-25 in 27′, 25-19 in 25′, 15-12 in 18′)
ARBITRI: Sessolo di Treviso e Bernobich di Trieste

Ancona: Chiappa 3, Zannini (l2) n.e., Ceppitelli n.e., Pettinari 6, Alessandrini 20, Martini, Filipovics 13, Marcacci n.e., Zebi 16, Camarda (l), Trillini n.e., Sustring 17. All.: Fusco

Pontecagnano: Kostadinova, Abbruzzo 8, Stacchiotti 1, Mezzapesa n.e., Ballarini (l), Capuano 15, Tenza, Astarita 13, Ronga n.e., Moncada 8, Menghi 11, Burgos n.e., Voronina 23. All.: Jimenez

NOTE: 500 spettatori, aces 8 (Ancona) e 6 (Pontecagnano), errori al servizio 8 (Ancona) e 10 (Pontecagnano)

Prosegue l’ottimo momento dell’Edilcost Ancona in campionato. La squadra dorica infatti ha colto quest’oggi al PalaBrasili la terza vittoria consecutiva (stavolta al tie break), che segue i successi ottenuti sui campi dell’Infotel Forlì e del Club Italia. In termini di classifica, significa che Leo Chiappa e compagne sono riuscite a conquistare otto punti in tre partite (su nove disponibili) portandosi ora a quota 13 in graduatoria, fuori dalla zona ‘calda’. Tornando al match di oggi, l’impresa odierna delle ragazze di Luisa Fusco acquisisce ancor più valore se si pensa che di fronte all’Edilcost si presentava il Lavoro.Doc Pontegnano quarto in classifica.
D’altronde che la fomazione salernitana abbia dei numeri lo si capisce subito in apertura di match. La compagine allenata da coach Jimenez crea immediati disagi alle doriche, che infatti si ritrovano a dover presto inseguire le ospiti. Al primo time out le campane conducono 8-5 e anche dopo proseguono imperterrite la marcia. Alla seconda sospensione tecnica il Pontecagnano è avanti 16-10 e a nulla serve il cambio deciso da Luisa Fusco, che inserisce Alice Martini al posto di una Titia Sustring apparsa un po’ in difficoltà. Il parziale si conclude 25-12 in favore del Lavoro.Doc con un ace della centrale Abbruzzo. Ma il timore che l’incontro possa mettersi su binari impervi per le ragazze di casa viene rapidamente fugato. Nel secondo set, infatti, l’Edilcost – con Sustring riproposta sul terreno di gioco – torna in campo con tutt’altro piglio e il livello generale del match ne risente in positivo. Il parziale è molto combattuto: al primo time out il Pontecagnano è sul +2, ma l’Edilcost rimane in scia e in poche battute aggancia le avversarie. Zebi e Alessandrini cominciano a segnare punti pesanti ed è proprio un attacco della schiacciatrice eugubina a regalare il 16-15 all’Edilcost Ancona. Dal +1, la squadra di coach Fusco trova un ulteriore allungo fino al 23-19: tanto basta a Leo Chiappa e compagne per contenere il ritorno delle rivali e chiudere la frazione sul 25-23 (il punto finale è di Anita Filipovics). Adesso la compagine anconetana, scrollatasi di dosso le insicurezze dell’avvio, gioca senza paura. Nel terzo set l’inizio è promettente: Laura Zebi prende per mano la squadra e la porta, ben coadiuvata da Alessandrini e Filipovics, sul +3 al primo time out tecnico (8-5). Ma il Pontecagnano è squadra di spessore e con un break di 4-0 sorpassa l’Edilcost sul 9-8. Ormai però la squadra anconetana è in trance agonistica e trova nuovamente il sorpasso sul 12-10. A questo punto il tecnico ospite Jimenez sostituisce la centrale Abbruzzo, vistosamente calata nel frattempo, con la Stacchiotti. Di lì a poco la formazione salernitana pareggia sul 12-12 e poi il set prosegue punto a punto. L’Edilcost però sembra poter avere la meglio quando Erika Alessandrini mette a terra la palla del 22-20 per la sua squadra. Tuttavia è il Pontecagnano a centrare il break decisivo, grazie a due attacchi vincenti del martello Astarita. L’opposta Voronina – alla fine, con 23 punti marcati, risulterà essere la top scorer del match – chiude il set sul 25-22 per il Lavoro.Doc. Nel quarto parziale l’Edilcost Ancona dimostra tutta la sua personalità e non permette alle salernitane di scappar via. Le due squadre rimangono costantemente attaccate e, se è il Pontecagnano a condurre alla prima interruzione tecnica, l’Edilcost risponde da par suo in occasione della seconda sospensione, che la vede avanti 16-14. Si torna in campo e Titia Sustring sale in cattedra: la schiacciatrice olandese, che in settimana si è allenata poco a causa di un problema fisico, trascina con quattro schiacciate vincenti l’Edilcost sul 19-15. Jimenez chiama un time out per interrompere l’impasse negativo della sua squadra, ma è tutto inutile. Le atlete di Luisa Fusco mantengono a distanza le dirimpettaie e fanno proprio il set con il punteggio di 25-16 (anche in questo caso l’ultimo punto è della Filipovics). Si va al set di spareggio. L’Edilcost Ancona parte bene: dapprima arriva a guidare sul 6-4 e all’inversione di campo è ancora in testa di una lunghezza (8-7). Il gap importante giunge con Pettinari al servizio: in quel frangente l’Edilcost, con Zebi protagonista, si porta fino al 12-8 in proprio favore. Il Lavoro.Doc prova a rifarsi sotto (10-12), ma non è abbastanza. Ancona, cinicamente, chiude il set sul 15-12 e anche in questa occsione è la solita Filipovics a segnare il punto finale. Per la formazione di Luisa Fusco, vittoriosa al tie break, sono altri due punti in classifica; i prossimi due impegni prima della sosta natalizia, rispettivamente quello nel turno infrasettimanale mercoledì sera a Verona e domenica 20 dicembre in casa contro il Busnago, dovranno servire per portare nuovo fieno in cascina. E per avvicinarsi ancor più all’obiettivo primario della salvezza.

Giovanni Marcelli – Addetto Stampa Edilcost Ancona

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo