ANKON Consorzio Sportivo

 

Sma Ancona, il Rende passa al Palarossini

Canestro “stregato” per la Sma, le calabresi si impongono per 53-42

43-52

SMA ANCONA: Montecucco, Vanin 14, Servadio 1, Casadio 6, Sordi 4, De Biase 5, Pierdicca ne, Giampietro ne, Bonaldo 5, Ribezzo 8. All. Filippetti.

RENDE: Nicolini 14, Strano 7, Monaco ne, Manzini 5, Granieri 20, Torre 2, Di Battista 2, Morrone ne, D’Arenzo 2, Gallo. All. Romano.

Arbitri: Venturini di Pesaro e Vittori di Castorano (AP).

Parziali: 13-18, 26-29, 39-42.

ANCONA _ La Sma Ancona perde la sua seconda partita consecutiva nel campionato di basket femminile di serie A2. Al Palarossini si impone il Rende, che vendica così la sconfitta patita all’andata ad opera delle doriche. Per la squadra di Filippetti è un passo indietro, causato principalmente da due motivi: una difficoltà estrema a centrare il canestro (a fotografare questo aspetto c’è un impietoso 1 su 21 da tre punti), e un atteggiamento un po’ troppo timoroso durante la gara, ma specialmente nel finale, quando ci si aspettava un tentativo di rimonta più convinto da parte delle doriche. Può anche starci che il secondo aspetto sia stato una conseguenza del primo.

Peccato soprattutto perché nonostante tutto la partita si poteva raddrizzare, dal momento che neanche la squadra calabrese, pur avendo sicuramente fatto meglio delle doriche, è stata particolarmente prolifica a livello di percentuali realizzative.

La Sma fa veramente bene solo nella fasi iniziali della gara. Si passa da 6 pari al 12-6 per le doriche con un paio di contropiedi che lasciano presagire le migliori cose per la Sma. Invece il coach ospite Romano sente puzza di bruciato, chiama un time-out e mette a posto tutto come d’incanto: il Rende piazza un parziale di 12-1 e chiude sopra di 5. Si pensa al solito black-out della Sma, e ci si aspetta la rimonta delle doriche, come spesso a dire il vero è capitato. Nel secondo e nel terzo periodo però la Sma non riesce ad agganciare il Rende, ma è anche vero che la squadra calabrese non ce la fa a prendere il largo e chiudere la partita. Il vantaggio massimo calabrese è di 8 punti sul 23-15, poi la Sma torna a -3 a metà gara e sul finire del terzo parziale l’unica tripla dorica (della Bonaldo) e un canestro della Ribezzo tengono la Sma a -2 sul 37-39. La Sma deve per forza giocarsi il tutto per tutto nel finale ma non riesce a spuntarla: poca convinzione nelle penetrazioni, e con i tiri da fuori la palla non entra.

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo