ANKON Consorzio Sportivo

 

Edilcost Ancona battuta anche a Vicenza (0-3)

21^ giornata serie A2 2009/10: Minetti BPVi Vicenza – Edilcost Ancona

RISULTATO: 3-0 (25-21 in 25′, 25-19 in 21′, 25-18 in 22′)
ARBITRI: Piubelli e Sessolo

Vicenza: Lyutikova, Gorini n.e., Popovic 8, Arimattei 14, Strobbe 1, Gomiero n.e., Zilio (l), Assirelli 13, Tsekova 8, Paccagnella 8, Zuccollo n.e., Muri 3. All.: Marasciulo

Ancona: Chiappa 1, Zannini (l2), Ceppitelli, Pettinari 9, Alessandrini 11, Martini, Filipovics 9, Marcacci n.e., Zebi 8, Camarda (l), Trillini n.e., Sustring 10. All. Fusco

NOTE: errori al servizio 5 (Vicenza9 e 10 (Ancona), aces 3 (Vicenza) e 3 (Ancona)

Niente da fare. L’Edilcost Ancona, come da infausto pronostico, torna con le ossa rotte dalla trasferta sul campo della Minetti BPVi Vicenza, facendosi sorpassare in classifica dalla So.Ge.S.A. Roma, vittoriosa – seppure soltanto al tie break – in casa contro il Club Italia. Poco da dire sul match odierno delle doriche, negative in attacco e apparse in partita giusto nel primo set, per poi arrendersi senza colpo ferire alle ragazze vicentine nei due set successivi.
Nel primo parziale è la Minetti a cominciare bene, fino ad allungare sul 9-6. L’Edilcost però riesce a chiudere il gap e e anzi, grazie a tre muri consecutivi messi a segno da Valentina Pettinari e Laura Zebi, va sul +2 (12-10). Vicenza reagisce con veemenza al ritorno delle anconetane e, trascinata dalla schiacciatrice Arimattei, si porta avanti 17-13. Erika Alessandrini prova a guidare la rimonta, ma lei e le sue compagne non vanno oltre il -1. Il martello Tsekova e la centrale Assirelli permettono al Vicenza di conquistare il set con il punteggio di 25-21.
Nel secondo set la squadra d Luisa Fusco è sempre alle spalle delle padrone di casa che, in effetti, non hanno problemi ad amministrare il parziale fino al 25-19 finale in proprio favore.
Nella terza frazione l’Edilcost si gioca le ultime chances, almeno nella fase iniziale del set. Le doriche, infatti, alla prima interruzione tecnica conducono 8-6. Ma l’illusione dura pochissimo; la Minetti aggancia le avversarie in un batter d’occhio e poi le lascia inesorabilmente indietro. Il punto conclusivo del parziale – che termina 25-18 per la Minetti – è dell’Arimattei. Vicenza si impone 3 set a 0 ed Ancona rimane con un pugno di mosche in mano e il terzultimo posto in classifica, che attualmente significa zona retocessione. Adesso non si scherza più: bisogna guardarsi negli occhi e tirare fuori il massimo per ottenere l’agognata salvezza. In questo senso può rivelarsi utile per l’Edilcost la pausa in campionato di domenica prossima (28 febbraio), che lascerà spazio alle finali della Coppa Italia di serie A2. La formazione dorica tornerà a giocare domenica 7 marzo (ore 18.00), al PalaBrasili, contro il Magliano Chieri.

Giovanni Marcelli – Addetto Stampa Edilcost Ancona

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo