ANKON Consorzio Sportivo

 

L’Edilcost è viva e torna con un punto da Carpi!

23^ giornata serie A2 2009/10: Liu-Jo Carpi – Edilcost Ancona

RISULTATO: 3-2 (19-25 in 23′, 25-18 in 23′, 24-26 in 26′, 25-20 in 22′, 15-7 in 11′)
ARBITRI: Bassan e Bernobich

Carpi: Bacchi 7, Paris (l), Marchioron, Guatelli 14, Esko 23, Giogoli 4, Saguatti n.e., Davolio n.e., Pavlovic 15, Magnani 14, Romanò n.e., Sghedoni n.e. All.: Sazzi

Ancona: Chiappa 3, Pettinari 9, Alessandrini 18, Martini 4, Filipovics 11, Zebi 9, Sustring 13, Camarda (l), Zannini (l2) n.e., Ceppitelli n.e., Marcacci n.e., Trillini n.e. All.: Fusco

NOTE: aces 10 (Carpi) e 4 (Ancona), errori al servizio 7 (Carpi) e 9 (Ancona), muri vincenti 13 (Carpi) e 8 (Ancona)

Bagarre a quota 21. E’ questo il responso, oggettivamente inatteso, dell’odierno turno di campionato, che ora vede a pari punti – 21, appunto – ben tre squadre in lotta per non retrocedere: Edilcost Ancona, So.Ge.S.A. Roma e Infotel Forlì. Fra esse, solo una potrà, al termine della regular season, brindare alla salvezza, considerando che le formazioni immediatamente soprastanti, ovvero Loreto e Verona, hanno accumulato finora 30 lunghezze e dunque possono ritenersi in buona tranquillità. Ciò che fa davvero specie, comunque, è che neppure un fantasioso scrittore di thriller avrebbe potuto prevedere che stasera Ancona, Roma e Forlì si sarebbero trovate con gli stessi punti in classifica. Eh sì, perché se Roma, come preventivabile, ha perso nettamente in casa 0-3 contro il Parma, nel contempo l’Edilcost è riuscita a strappare un punto sul campo del quotato Carpi, mentre Forlì ha addirittura vinto col massimo scarto (3-0) in quel di Vicenza. E così ora la sfida fra le doriche e le romagnole, in programma domenica 14 marzo (ore 18.00), al PalaBrasili, diventa decisiva in ottica salvezza, oltre a promettere sicuro agonismo. Ma quello appena descritto è il quadro generale che fa riferimento alla graduatoria appena aggiornata; adesso è d’obbligo fare un breve passo indietro e celebrare la più che incoraggiante prestazione fornita dalle atlete di Luisa Fusco oggi a Carpi.
Leo Chiappa e compagne cominciano il match col piglio giusto e già al primo time out sono avanti, seppur col minimo vantaggio (8-7 su attacco di Titia Sustring). Alla seconda sospensione le anconetane sono sul +3, dopo un ace di Erika Alessandrini, top scorer dell’Edilcost al termine dell’incontro con 18 punti. Stavolta, al contrario di altre occasioni, la formazione dorica dimostra maturità e freddezza, mantenendo agevolmente il controllo del parziale fino alla fine. A chiudere è una stoccata dell’opposta Alessandrini, che sancisce il 25-19 per l’Edilcost. La Liu-Jo, squadra creata per vincere il campionato, reagisce da par suo nella seconda frazione, spingendo subito col servizio. Ancona soffre in ricezione e alla prima interruzione tecnica paga un divario di cinque lunghezze (3-8); nonostante un tentativo di recupero da parte delle doriche Carpi conserva il gap anche al successivo time out, conducendo 16-11. L’ultimo punto delle padrone di casa è della Guatelli, per il 25-18 conclusivo. L’Edilcost però non molla l’osso: nel terzo set la compagine di Luisa Fusco parte in quarta e alla prima sospensione guida 8-4, dopo un attacco out della centrale avversaria Magnani. Il set prosegue in maniera assai combattuta, ma Ancona tiene duro e al secondo time out è ancora sopra di tre punti (16-13), in seguito ad un colpo della Sustring. Solo a questo punto l’Edilcost subisce il ritorno delle carpigiane, che si portano dapprima sul 19-19 e poi addirittura sul 24-22 in proprio favore, sospinte dalla Esko. Qui emerge tutto il carattere dell’Edilcost, trascinata da un’Erika Alessandrini in grande spolvero: la squadra di coach Fusco mette a segno un break di 4-0 e si impone con il punteggio di 26-24 (il 26esimo punto è conseguenza di un fallo d’invasione fischiato ai danni della palleggiatrice emiliana Giogoli). Nel quarto parziale si assiste ad un piccolo cedimento dell’Edilcost, più fisico che mentale. Dopo un inizio punto a punto – al primo time out Carpi è avanti solo di una lunghezza (8-7) – Leo Chiappa e socie iniziano infatti a sentire un po’ la fatica. La Liu-Jo ne approfitta e acquisisce un vantaggio di tre punti alla seconda interruzione (16-13). Tanto basta alle ragazze di Sazzi per stare al comando fino al termine del set: a marcare il punto del 25-20 finale è il martello Esko. Nel tie break l’Edilcost è in affanno: Carpi va immediatamente sul 5-0 e poi, all’inversione di campo, sull 8-3. Il set di spareggio si conclude con il punteggio di 15-7 per la Liu-Jo Carpi, con un attacco della Pavlovic.
In definitiva, l’Edilcost Ancona torna da una trasferta insidiosissima con un punto più che importante, anche se la concomitante vittoria del Forlì ridimensiona la portata del risultato ottenuto dalle doriche. L’allenatrice Luisa Fusco ad ogni modo è davvero soddisfatta della prova fornita dalle sue ragazze: “La squadra ha finalmente ritrovato gioco e punti, come non succedeva da tempo. E’ stata una prestazione corale, che ha offerto segnali positivi sotto molto aspetti, soprattuto in attacco. Mi è piaciuta poi la forza mentale che hanno mostrato le ragazze, avendo saputo tener testa fino in fondo ad una squadra costruita con l’esplicito obiettivo della promozione in serie A1. Domenica prossima, contro il Forlì e di fronte ai nostri tifosi, dovremo dar seguito a quanto di buono evidenziato stasera.”

Giovanni Marcelli – Addetto Stampa Edilcost Ancona

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo