ANKON Consorzio Sportivo

 

Grande prova di forza

Nella seconda giornata della poule retrocessione, giocata lo scorso sabato al Palaveneto contro la Teknoelettronica Teramo, la Luciana Mosconi si è imposta per 36 a 34 al termine di una gara equilibrata, ma che ha visto i giocatori del tecnico Guidotti in vantaggio sin dalle battute iniziali.

A differenza dei due match disputati nella prima fase del torneo, questa volta per il team dell’allenatore Fonti non è stata una giornata positiva e gli abruzzesi hanno dovuto arrendersi alla grande prova di forza dei biancorossi, che oltre a riscattare la debacle della giornata precedente a Modena, hanno imposto il loro gioco contro un’equipe che ha disputato un campionato di tutto rispetto e non è entrata nella poule scudetto per un soffio.

Senza farsi distrarre dalle ultime notizie trapelate dagli uffici della F.I.G.H., la Federazione della pallamano italiana, che parlano di un allargamento del campionato di Elite a dodici squadre per la prossima stagione e quindi di ben quattro eventuali ripescaggi, Campana e compagni giocano con determinazione e lucidità entrambi i tempi della gara contro la Teknoelettronica, compatti ed ordinati in difesa e pungenti in attacco al momento opportuno.

Due tempi in cui la Luciana Mosconi torna a mettere in mostra il proprio gioco di squadra, finale di gara a parte, e le prodezze dei singoli. E se le prestazioni eccellenti di Milosevic tra i pali e di Lazarevic al tiro non fanno quasi più notizia, dato che sono diventate ormai una piacevole caratteristica delle recenti partite della compagine anconetana, la notizia la fanno le performance delle ali Cardinali e Campana, con il primo in grande spolvero e il secondo sempre più in “formato nazionale” dal giorno del suo rientro, entrambi esaltati dalla grande mole di palloni recuperati in difesa e trasformati in rapide ripartenze.

E pensare che se non ci fossero stati out anche i soliti Ebner e Verdolini e con un Cardile a pieno servizio, la partita sarebbe stata ancora più divertente dalla sponda anconetana. Al termine dell’incontro, dopo la sirena conclusiva del match, è venuta fuori tutta la soddisfazione dello staff tecnico e della dirigenza per la netta vittoria dei dorici contro il Teramo…e come potrebbe essere altrimenti!

Un risultato fondamentale per il sette biancorosso e per il suo cammino, per continuare a sperare di raggiungere l’obbiettivo che la società di via Veneto si era prefissata ad inizio stagione e che, come di consueto in questi casi non si pronuncia, ma che tutti hanno bene in mente. E allora, atleti del presidente Guzzini, perchè non provare a semplificare il cammino già a partire dalla prossima giornata, il 6 aprile in Sicilia, magari proprio contro quell’Albatro Siracusa incontrato poco più di un mese fa tra mille polemiche? Messe da parte già da tempo le perplessità, la Guidotti Band proverà senza alcun dubbio a vincere anche in trasferta, per non far restare un episodio isolato l’unico successo ottenuto lontano dalle mura amiche contro il Casarano, nella regular season.

Roberto Rossi

addetto stampa Luciana Mosconi Ancona

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo