ANKON Consorzio Sportivo

 

Luciana Mosconi,niente da fare

Niente da fare per la Luciana Mosconi, che perde in casa dell’Albatro Siracusa e conclude la poule retrocessione all’ultimo posto in classifica.

Con la posizione in graduatoria ottenuta in questo “mini-torneo”, i dorici dovranno affrontare il Teramo in gara-1 del primo playout. In caso di vittoria in questa serie, che prevede un massimo di 3 partite, questi potranno brindare alla salvezza, mentre se venissero battuti dagli abruzzesi sarebbero costretti ad andare all’ultimo spareggio con la compagine sconfitta dell’altro match (Secchia-Siracusa).

Lo scorso martedì, sotto le telecamere di RaiSport Più, la squadra di Guidotti non è riuscita ad espugnare il munito terreno siciliano, che evocava già i tristi ricordi dell’incontro della stagione regolare, perso di un punto dopo un clamoroso scippo arbitrale. Questa volta la supremazia dell’Albatro è stata più netta, anche perchè gli ospiti sono stati costretti a scendere in campo in formazione largamente rimaneggiata. Già dal primo minuto infatti l’allenatore Andrea Guidotti, oltre agli infortunati cronici Ebner e Verdolini e a Lorenzetti indisponibile per problemi personali, non ha potuto schierare Polito, sofferente ad una mano ed il portiere Milosevic, alle prese con una fastidiosa gastroenterite. 

Nonostante tutto nei primissimi minuti la Luciana Mosconi sembrava in grado di controllare la partita o almeno di potersela giocare fino in fondo. Infatti si portava in vantaggio per 3 a 0 dopo 3 minuti e, dopo essere stata subito raggiunta dai siciliani, lottava punto a punto con gli avversari fino al minuto 14. Da quel momento in poi, che coincideva con una leggera distorsione al ginocchio del capitano Davide Campana, era Siracusa a tenere in mano le redini del gioco e ad allungare sul 17 a 11, con Lazarevic e Prskalo a tentare di tenere a galla l’equipe anconetana. Nella ripresa il “solco” tra le due squadre si allargava, con gli ospiti che non erano più in grado di rispondere ai padroni di casa e che accusavano il -8 del 5° minuto del secondo tempo (20-12). Così il match, tutto in discesa per Fusina e compagni, veniva vinto dal Siracusa, mentre la testa della Luciana Mosconi andava già al playout contro il Teramo, come testimoniano le dichiarazioni di fine gara di mister Guidotti: “In questa partita non potevamo proprio fare di più con gli effettivi scesi in campo, ma confidiamo di rifarci prontamente nella prossima gara, dove vedrete sicuramente un’altra Luciana Mosconi”.

fonte: Corriere Adriatico-edizione Ancona e provincia

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo