ANKON Consorzio Sportivo

 

L’Edilcost brinda al primo successo in casa: Ecomet Marsciano battuta 3-0!

14^ giornata serie B1 Gir. C: Edilcost Ancona – Ecomet Marsciano (3-0)

RISULTATO: 3-0 (25-10 in 19′, 25-17 in 22′, 25-21 in 26′)
ARBITRI: Marocci di Argenta (FE) e Longanesi di Faenza (RA)

Ancona: Beccaceci, Zagaglia, Ortolani 13, Zannini (L), Carloni 5, Grassano 2, Padua 9, Garbet 9, Genangeli 8, Trillini 10, La Padula 1. All.: Zanoni

Marsciano: Baruffi 1, Guerreschi 9, Ciotoli n.e., Venturi 6, Carboni 3, Colonnelli (L), Grassini, Gennari 7, Bragaglia 5, Segoloni, Tosheva 2. All.: Tomassetti


L’Edilcost Ancona festeggia al PalaSabbatini la prima vittoria casalinga del campionato di serie B1 2010/11. La squadra capitanata da Silvia Trillini si è imposta infatti oggi pomeriggio con il netto punteggio di 3-0 sull’Ecomet Marsciano, formazione che certo non è fra le più ostiche della categoria (la compagine umbra è al penultimo posto in graduatoria), ma che comunque avrebbe potuto creare qualche imbarazzo alle ragazze di coach Zanoni, chiamate a vincere ad ogni costo per sfatare il tabù della prima vittoria stagionale al ‘Panettone’. Tutto invece è filato liscio, grazie a un’Edilcost senza fronzoli e ricca di personalità.
Fin dall’inizio del match si capisce che a dettare i giochi sarebbe stata la squadra dorica, che, trascinata in partenza dalla schiacciatrice Ortolani, si porta sull’8-6 al primo time out tecnico. Di lì a poco si crea un gap incolmabile per le ospiti, che, alla seconda sospensione tecnica, dopo aver subìto tre punti di Silvia Trillini in rapida successione, patiscono un ritardo di 7 lunghezze dalle anconetane (9-16). Il resto del set scorre via in scioltezza per l’Edilcost, che chiude sul 25-10 in proprio favore. Nel secondo parziale, pronti e via, Ancona si porta direttamente sull’8-0, con la centrale Genageli al turno di servizio. L’Edilcost è padrona del campo, così, sull’11-3 per le doriche, il tecnico Zanoni decide di dare spazio anche alle cosiddette seconde linee – che in realtà, in una formazione ‘operaia’ come l’Edilcost Ancona, sono tanto importanti quanto le titolari – e manda sul terreno di gioco dapprima la centrale Giulia Beccaceci in luogo di ‘Kikka’ Garbet e poi la palleggiatrice Marika Grassano e l’opposta Elisabetta La Pasula in sostituzione di Sara Carloni e Irene Padua. L’Edilcost non risente affatto dei cambi apportati e continua a guidare il set senza problemi. Alla seconda interruzione tecnica, infatti, il gruppo dorico è avanti 16-9 e, nonostante l’allenatore ospite Tomassetti tenti ogni possibile mossa chiamando in causa quasi tutte le riserve, il parziale è nuovamente appannaggio delle padrone di casa, che vincono 25-17. La terza ed ultima frazione è la più combattuta, dato che l’Ecomet prova a reagire alzando il livello della fase difensiva. L’Edilcost, da par suo, non si scompone, neppure quando si trova costretta ad inseguire le avversarie, che in effetti cominciano bene il set, andando immediatamente sul +3 (4-1). Le atlete di Zanoni, con calma, recuperano lo svantaggio e al primo time out sono di nuovo sopra le rivali (8-7), che però non demordono effettuando il controsorpasso fino al 13-10. Ci pensa la palleggiatrice dorica Sara Carloni – la migliore in campo – a rintuzzare le umbre, con un tocco di seconda vincente e due aces consecutivi, che permettono all’Edilcost di arrivare a condurre 16-14 alla seconda interruzione tecnica. L’Ecomet, con le residue forze nervose, prova a rifarsi sotto giungendo fino al 20-21, ma l’Edilcost – in cui nel frattempo è subentrata anche la giovane Camilla Zagaglia – non ne risente e anzi mette a segno il colpo di reni decisivo. L’ultimo punto dell’incontro è firmato Federica Garbet, che piazza un bel muro in coppia con Maria Elena Ortolani.
Sereno e compiaciuto, a fine partita, coach Zanoni: “E’ importante aver vinto con un 3-0 secco. Di solito, quando si portano a casa i primi due set con facilità, può capitare che il terzo sia affrontato con un po’ di rilassamento mentale. Al contrario, le ragazze non si sono adagiate sul punteggio estremamente favorevole e hanno continuato a mantenre alta la concentrazione. Non solo: oggi sono particolarmente contento di aver dato spazio anche alle giocatrici che siedono più spesso in panchina, perché anche grazie a loro questa squadra sta ottenendo buoni risultati. Una parola, infine, la voglio spendere per Sara Carloni, che, al debutto di fronte al tifosi dorici, si è comportata egregiamente”. Non manca uno scambio di battute col capitano Silvia Trillini: “Sono davero soddisfatta di quanto abbiamo fatto oggi: stiamo lavorando bene e siamo sempre più convinte delle nostre potenzialità. Oltretutto, scendere in campo dopo una pausa di due settimane, con l’obbligo implicito di vincere la prima partita davanti al nostro pubblico, poteva giocarci un brutto scherzo, che invece siamo state brave ad evitare. Un paluso va poi alle compagne che, di solito, sono costrette a partire dalla panchina: anche a loro va dato grande merito di questa vittoria”.

Giovanni Marcelli

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo