ANKON Consorzio Sportivo

 

Un’Ancona Basket superlativa batte la capolista La Spezia:58-56

Grande impresa per le doriche.

Iniziamo dalla fine…La Termocarispe La Spezia sbaglia in attacco, palla recuperata dalle doriche, Camilla Servadio a 18” dalla fine..che fa? il playmaker biancorosso, tornata ormai a “pieno ritmo” nella squadra biancorossa, si porta nella metà campo avversaria, finta una penetrazione sulla destra, e con palleggio dietro la schiena, “manda al Bar” Valentina Costa, sino a quel momento autrice di una prova superlativa, e conclude sotto-mano la penetrazione. Ancora 11” da giocare ed un fallo da “spendere”, per Montecucco e compagne. Altri 9” e La Spezia in attacco compie infrazione di passi e l’Ancona basket batte la capolista fissando il punteggio sul 58 a 56. Quando vuol dire avere “attributi”…Nel mentre,  un match che era partito, forse come era naturale che fosse. Un’Ancona Basket che sente la pressione del “risultato a tutti i costi” e La Spezia a menare la danza nei primi minuti di gioco con un parziale di 11 a 1 ed una Costa imprendibile. Sembra “la fine” di una fine già vista..(anche dovuto all’assenza di Serano) ed invece Piccionne carica a “dismisura” le sue. Aragonese diventa “un folletto” che fa canestro da tutte le posizioni. La cilena sembra “indemoniata” e a ruota Capitan Montecucco inizia a giocare una partita che definiremmo “stoica”. Si sbatte a rimbalzo, mette canestri importanti ed anche Racca gioca con “cattiveria” e si fa sentire sottocanestro. Il primo parziale si chiude con le liguri in vantaggio di 4 (13 a 17), ma con Sarti e Tava gravate di falli. L’Ancona Basket entra definitivamente in partita, Aragonese continua il suo “show”, Corà mette una bomba allo scadere dei 24” e La Spezia capisce che Costa non basta più e l’apporto lo trova da Mariani, ma non basta. All’intervallo Le doriche sono in vantaggio di due (41 a 39). Il terzo parziale è una altalena di vantaggi di uno o due punti da entrambe le squadre, fino al 43 a 45 per le spezzine, con Mariani a farla da protagonista. Poi nell’ultimo quarto, Coach Scanzani ordina una “box and one” su Aragonese (incontenibile per lunghi tratti dell’incontro) e le ragazze di Piccionne ci mettono un po’ per capire come attaccarla. La Spezia vola a + 4 (44-48). Poi la partita svolta, Lascala mette una “tripla fondamentale”, Montecucco ci mette il cuore del “capitano vero” e ne piazza un’altra, Racca buca la zona e si è arrivati alla fine. Il resto è già cronaca.

Considerazioni finali: Come andrà a finire nessuno ancora lo sa (play-out non play-out), certo è che delle ultime 7 partite l’Ancona Basket ne ha vinte 5 e le altre due perse di misura. Coach Piccionne ha “girato” la squadra come un “calzino” da vecchio ad uno nuovo. Ora abbiamo una squadra che ha un cuore “grande” così e si va a La Spezia, con la stessa convinzione e con grande entusiasmo. Oggi è stata una partita che ci ha riconciliato con questo bellissimo sport e che difficilmente si dimenticherà.

Tabellini:

 

Ancona Basket:
Montecucco 12, Servadio 2, Aragonese 22, Lascala 7, De Biase 3, Monari, Panzini ne, Racca 9, Serano ne, Corà 3
All. Luca Piccionne, Ass. Andrea Bonventi
Termocarispe La Spezia:
Crudo ne, Piermattei ne, Templari 4, Mariani 14, Eglite, Costa 22, Tava 4, Molinari 5, Carbonell, Sarti 7
All. Maurizio Scanzani,
Parziali: (13-17; 18-12; 12-16; 15-11)

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo