ANKON Consorzio Sportivo

 

Calcio a 5 : Intervista al mister Fabio Carletti

E’ stato uno dei principali artefici della straordinaria stagione di quest’anno che ha portato il CUS Ancona – Calcio a 5 a sfiorare fino all’ultimo la Serie A2.

Fabio Carletti, da più di dieci anni allenatore dei biancoverdi, la ripercorre tutta toccandone i punti salienti, fino allo spareggio di Reggio Emilia, senza dimenticare di gettare uno sguardo verso il futuro:

“Il momento saliente di quest’anno è stata la partita con l’Alma Juventus SportingClub in trasferta. Si trattava della prima gara dopo l’ incidente del pulmino, eravamo ultra rimaneggiati con giocatori fuori ruolo. Lì ho visto qualcosa di incredibile, che ci ha contraddistinto per il futuro. Quella partita ci ha dato compattezza.”

Un cammino incredibile quello dei dorici tra campionato e playoff con ASD Buldog TNT Lucreziae Futsal COBA’, fino ad arrivare allo spareggio di Reggio Emilia con l’Olimpia Regium che ha spento il sogno A2 di Junior de Souza e compagni:

“In Emilia quello che non è andato è stata la Divisione Calcio a cinque che ci ha obbligatoa giocare alle 21.00 quando, a sei giorni dalla semifinale, la squadra di casa ci ha chiamato dicendo di avere l’indisponibilità del campo dandoci delle opzioni per noi inaccettabili. Dal momento che portiamo in trasferta anche dei minorenni, consci di quanto successo sulla nostra pelle con l’incidente avuto alla squadra Under19, avevamo chiesto di giocare nel pomeriggio. Non si può preparare una partita del genere quando il mercoledì ancora non si sapeva luogo e orario. Siamo stati obbligati a giocare d’ufficio in serale scoprendo poi che il campo dove abbiamo giocato era libero dalle 15.00 e occupato, solo alle 18.00, per un allenamento di Volley Femminile Giovanile. C’è grande delusione perchè come società siamo sempre stati rispettosi nei confronti degli organi federali. E’ sembrata una vera presa in giro. Sulla partita poco da dire, un match incredibile dove subisci tre goal in un minuto e ne fai altrettanti in trenta secondi. La tenuta mentale diventa fondamentale e faccio tanti complimenti alla squadra di casa che ha meritato. Onore anche ai ragazzi che hanno dato tutto e meritano solo complimenti per quanto fatto.”

Da cosa si dovrà ripartire quindi in vista del futuro?
“Il vero Cus Ancona si è visto nel forte attaccamento alla maglia di quei ragazzi hanno fatto un percorso incredibile. In pochi e acciaccati, hanno dato molto di più di quello che potevano dare. Ci tengo a sottolineare anche la voglia e la dedizione dei ragazzi dell’Under18 che negli ultimi due mesi ci hanno consentito di allenare bene e con intensità. Sarà importante archiviare questa stagione e allestire una rosa adeguata per il futuro. Portare al nostro interno gente che abbia voglia di indossare la nostra maglia e rispetti gli impegni presi ad inizio stagione. Il valore dei nostri colori è importante e le scelte iniziali dovranno andare in questo senso.”

Ufficio Stampa Cus Ancona

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo