ANKON Consorzio Sportivo

 

Sma Ancona, stagione finita per Giulia Casadio

Grave l’infortunio al ginocchio di domenica, la squadra di Caboni perde una giocatrice importante

ANCONA _ Gran brutta tegola per la Sma Ancona. La formazione allenata da Giuseppe Caboni, attualmente al secondo posto in solitudine nella classifica del campionato di basket femminile di serie A2, ha perso Giulia Casadio per tutta la stagione. E’ più grave del previsto l’infortunio al ginocchio che l’atleta ha riportato domenica nel corso della gara interna contro La Spezia: le è stata diagnosticata la rottura del crociato e del menisco con lesione del collaterale. La Casadio verrà sottoposta a risonanza magnetica nelle prossime ore, e l’eventuale intervento è già stato programmato per giovedì 26.

Questo è il guaio più grosso ma non è il solo per la squadra dorica. La Sordi e la Skrastina combattono da tempo con dolori muscolari e riescono ad allenarsi poco durante la settimana per andare in campo la domenica. La Consolini è attesa al rientro contro la Virtus Cagliari ma non gioca da tempo per via dell’infortunio al ginocchio, mentre la Franciosi continua ad avvertire forti dolori al costato per la contusione
rimediata nella gara interna contro il Rende. Altri guai di contorno sono un ginocchio in disordine per la Ribezzo e la Paccapelo. Insomma, pare ci sia poco spazio per la gioia per la conquista della seconda posizione in solitudine, la Sma in questo momento ha davvero le ossa rotte, e lo sottolinea il dirigente responsabile Renzo Lucioli. “E’ davvero un brutto momento _ dice Lucioli _. Perdiamo una giocatrice determinante come la Casadio, che con la sua onnipresenza era il collante della squadra, riuscendo a dare grande equilibrio ai reparti con un lavoro in parte anche oscuro. Ci aspettiamo ora che le altre diano qualcosa in più, e in questo senso sarà sicuramente importante anche il rientro della Consolini, che però non gioca da diverso tempo e non è certo nelle migliori condizioni. In ogni caso _ continua Lucioli _ a questo punto sarà anche determinante pensare prioritariamente ai play-off. E a tal fine è più importante la condizione fisica che la posizione di classifica, anche perché ci siamo resi conto che non ci sono campi inespugnabili, in questo girone. Dunque preferirei di gran lunga perdere qualche battaglia e vincere la guerra. Nei play-off ad esempio la Sordi e la Skrastina ci serviranno nelle migliori condizioni, dunque secondo me questo è il momento giusto per far loro tirare un po’ di più il fiato, e gettare nella mischia alcune delle nostre giovani”.

Scrivi un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo