ANKON Consorzio Sportivo

 

La Luciana Mosconi si regala un Natale super sbancando Nardò

Sotto l’albero di Natale un bel pacco luccicante con un fiocco luccicante e prestigioso. All’interno due punti d’oro dal valore inestimabile per la classifica e il morale di una Luciana Mosconi davvero super che non ha sbagliato niente passando sul campo del lanciatissimo Nardò.


I dorici interpretano alla perfezione il piano partita, tengono per lunghi tratti il vantaggio in mano resistendo ai ripetuti tentativi di rimonta dei padroni di casa. E nel finale arrivano i canestri decisivi di capitan Baldoni e Simone Centanni che fanno il paio con una difesa attenta e lucida. Una vittoria che mette fine alla serie negativa in trasferta che durava da 5 trasferte e soprattutto mantiene la Luciana Mosconi in “quota playoff” e sempre a +6 dal quartetto che oggi disputerebbe i playout.

C’è Maddaloni nel quintetto dorico completato da Simone Centanni, Casagrande, Polonara e Baldoni. Il primo canestro della partita è di Visentin che apre la pioggia di peluche in campo rispettando il Teddy Bear Toss organizzato dalla Società locale in favore di una iniziativa benefica. Ma la Luciana Mosconi non si fa certo emozionare. Maddaloni dimostra di proseguire il suo ottimo momento di forma e, insieme a Casagrande e Baldoni, costruisce il vantaggio ospite (4-7). Le triple di Simone Centanni e  del senigalliese portano Ancona sul 12-15, dall’altra parte si accende Bonfiglio che impatta a quota 17 per un primo quarto frizzante con attacchi migliori delle rispettive difese e chiuso sul 21 pari.
La Luciana Mosconi è ben intenzionata anche nel secondo quarto e al ritorno in campo va sul +6 (23-29). Nardò non è bella come nelle ultime esibizioni ma riesce subito a riemergere e con un controbreak di 7-0 si mette a guidare (30-29). Il merito della Luciana Mosconi è non cedere anche difronte alle prime difficoltà e alle unghiate dei pugliesi. Un gioco da tre punti di Casagrande riporta Ancona in parità (32-32) e la successiva tripla di un acciaccato Filippo Centanni riconsegna ai neri il vantaggio (34-35).  Negli ultimi tre minuti del secondo quarto il Campetto riprende l’inerzia del match con le conclusioni vincenti made in Senigallia di Maddaloni e Casagrande (36-39). Nardò trova punti importanti da Mastrangelo (40-41) prima di un 2-8 per gli anconetani che mette fine al primo tempo (42-49).
Si rientra in campo e chi attendeva un Andrea Pasca in accelerazione rimane deluso. La Luciana Mosconi si mette a difendere davvero forte e dilata il suo vantaggio toccando anche il +10 (43-53) dopo l’entrata vincente dell’ex Polonara (premiato prima della gara sotto la grandinata di applausi di quello che è stato per due anni il suo pubblico). L’aumento dei colpi difensivi porta ben presto il bonus in casa anconetana. Nardò verrà mandato 10 in lunetta nel terzo quarto e riesce a riemergere con una fiammata che lo riporta a metà periodo a contatto. Sul 45-55 i granata piazzano un 8-0 con il miglior momento dell’intera serata di Drigo. Marsigliani chiama time out a -4’06” dal terzo stop e la Luciana Mosconi riesce a controllare l’energia avversaria. Baldoni e Maddaloni firmano la ripartenza ospite (58-62) e Nardò ripiomba in crisi.  Nell’ultimo minuto ci sono due incursioni di Simone Centanni che mettono Ancona al comando sul 61-66.
Nardò prova a invertire la rotta in apertura di ultimo quarto. Drigo spara da tre e accende il caldo pubblico di casa. La Luciana Mosconi di questa sera è però brava a reggere l’urto e a rispondere presente nei momenti necessari. I liberi di Casagrande la tengono avanti (66-69) e ci rimane anche quando irrompe anche Zampolli a cercare energia per i suoi. Simone Centanni e Maddaloni spingono Ancona sul 70-76 mentre i minuti passano. La Luciana Mosconi perde due occasioni che potevano essere simili al colpo del k.o. e Drigo spinge il Toro sul -1 (77-78). Un paio di errori per parte e il ritorno al canestro di Polonara e del chirurgico Maddaloni per una Luciana Mosconi sul +5 (77-82) a -1’23” dalla fine.  Ingrosso accorcia dalla lunetta, arriva l’ultimo minuto e Baldoni indovina dalla media distanza un canestro che suona come una musica celestiale per gli ospiti. Nardò non ci sta e trova la tripla  di Mastrangelo per l’82-84 ma Simone Centanni segna subito dopo la tripla che stavolta è più che un segnale a 25″ dalla fine (82-87). Nardò sbaglia l’occasione per rimanere in vita, ed è sufficiente un solo libero di Centanni per accendere l’albero di Natale della Luciana Mosconi con luci bellissime e colorate.

Frata Nardò – Luciana Mosconi Ancona 84-88 (21-21, 21-28, 19-17, 23-22)
Frata Nardò: Mathias Drigo 17 (5/8, 2/6), Vittorio Visentin 16 (7/13, 0/0), Simone Bonfiglio 15 (3/7, 1/4), Gionata Zampolli 12 (5/10, 0/3), Federico Ingrosso 8 (3/3, 0/1), Daniele Mastrangelo 6 (0/2, 2/5), Stefano Provenzano 5 (1/4, 1/3), Alberto Razzi 3 (1/1, 0/1), Robert Banach 2 (1/2, 0/0), Antonhy Tyrtyrshnyk 0 (0/0, 0/0), Gerardo Scardino 0 (0/0, 0/0), Diego Fracasso 0 (0/0, 0/0). Coach: Gianluca Quarta
Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 40 10 + 30 (Mathias Drigo 9) – Assist: 12 (Simone Bonfiglio 5)
Luciana Mosconi Ancona: Simone Centanni 24 (5/6, 4/10), Riccardo Casagrande 18 (5/7, 0/1), Lorenzo Baldoni 18 (8/11, 0/5), Sergio Maddaloni 13 (5/9, 1/4), Valerio Polonara 10 (5/8, 0/3), Filippo Centanni 3 (0/2, 1/2), Matteo Redolf 2 (1/2, 0/0), Alessandro Luini 0 (0/1, 0/0), Alessio Zandri 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Pajola 0 (0/0, 0/0), Tommaso Cognigni 0 (0/0, 0/0), Yannick Giombini 0 (0/0, 0/0). Coach: Maurizio Marsigliani
Tiri liberi: 12 / 18 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Lorenzo Baldoni 8) – Assist: 11 (Sergio Maddaloni 4)

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo