ANKON Consorzio Sportivo

 

Tanti errori. Luciana Mosconi k.o all’overtime a Civitanova

Amaro k.o per la Luciana Mosconi Ancona nel turno infrasettimanale. I dorici escono battuti dal Palarisorgimento di Civitanova dopo 45′ di grande agonismo e intensità. Non basta dominare un primo tempo dove gli anconetani hanno avuto anche 21 punti di vantaggio. Nella ripresa la Virtus ha recuperato lo svantaggio buttandola nella bagarre e vanificando gli sforzi fatti dagli ospiti nei primi 20′.

Nel finale punto a punto Ancona riusciva comunque a riemergere e a portarsi avanti di 3 punti a 8′ dalla fine dopo l’1/2 ai liberi di Baldoni. Civitanova aveva l’ultima occasione per sopravvivere, la Luciana Mosconi non riusciva a fermare il cronometro e a fare fallo permettendo che la palla arrivasse nell’angolo nelle mani del precisissimo Rocchi che a fil di sirena portava tutti al supplementare.  Colpiti allo stomaco i ragazzi di Rajola riuscivano comunque a stare in partita anche nell’overtime. Civitanova va a +5 ma Centanni e Baldoni replicano subito. A -1’44” dalla fine Valerio Amoroso segna il +2 e dall’altra parte c’è il doppio errore al tiro di Gueye. Arriva l’ultimo minuto e Baldoni avrebbe la nuova occasione per pareggiare ma il suo 0/2 è sanguinoso. A -34″ dalla sirena tocca a Ciccio Amoroso andare in lunetta: 2/2 e locali a +4, Quaglia risponde, Valerio Amoroso fa 1/2 e Simone Centannii a pochi secondi dalla sirena finale vede finire sul ferro la tripla del possibile nuovo prolungamento. Partita decisa dagli episodi ma che la Luciana Mosconi ha visto lasciarsi scappare di mano come forse non mai in questa tribolata stagione.

Gara dai due volti se ce ne è una. Un primo tempo dove la Luciana Mosconi ha giocato in scioltezza approfittando anche dell’inutilizzo di Valerio Amoroso che dopo 2′ di gioco viene fortuitamente colpito a  un occhio da Gueye e passa i primi due quarti sotto le cure del medico in panchina. Nel frattempo la Virtus va in confusione. Tira moltissimo da 3 punti, il doppio delle volte rispetto ai tiri da due, e con pessime percentuali. La Luciana Mosconi quasi in tranquillità vola sul massimo vantaggio (23-44 dopo 18′) dando la sensazione di avere tutto sotto ampiamente controllo. Al rientro dopo l’intervallo riecco il più piccolo dei fratelli Amoroso in campo. La partita cambia. L’esperto lungo campano domina e la Luciana Mosconi vede progressivamente  il suo vantaggio diminuire. Al 30′ il divario è soltanto di 5 punti dopo il 29-15 di parziale del terzo periodo. L’ultimo quarto diventa molto equilibrato con Ancona che regge e poi subisce il primo sorpasso con Valerio Amoroso a -5′ dalla sirena. La sfida si fa vibrante con le squadre che rispondono a colpo su colpo. Rocchi e Centanni sfoderano tiri da tre punti e a -2’43 la bomba dell’anconetano manda i suoi avanti 71-73. Qui la Luciana Mosconi potrebbe chiudere i conti con Valerio Amoroso che commette fallo in attacco ma dall’altra parte Ferri sbaglia un tiro da tre aperto. Arrivano gli ultimi 2′ e Gueye segna il 72-75. Ciccio Amoroso dalla lunetta fa 2/2 per il nuovo -3. Sbaglia Quaglia e a 30″ dalla fine Alessandri realizza entrambi i liberi a disposizione per il 74-75. A 29″ dalla fine dei regolamentari il play umbro esce per falli. Liberi per Gueye che ne mette solo uno (74-76). Baldoni stoppa Valerio Amororo, sembra arrivare il lieto fine per la Luciana Mosconi che va in lunetta a -8″ dalla fine proprio con il suo lungo. Ma Baldo segna solo il primo, parte l’attacco disperato civitanovese finalizzato dalla tripla sulla sirena di Simone Rocchi. Nel supplementare i dorici ci provano ma la gara è ormai sfuggita di mano. Finale amaro con Civitanova che festeggia la 4a vittoria di fila (unica con Cento e Rimini ad aver sempre vinto nel girone di ritorno) e la Luciana Mosconi che maledice l’occasione d’oro gettata nel cestino. Per fortuna c’è subito l’occasione per riprendersi. Domenica 2 febbraio al Palarossini arriva Faenza in una gara che a questo punto della stagione non si può sbagliare.

Rossella Virtus Civitanova Marche – Luciana Mosconi Ancona 89-86 (11-21, 14-23, 29-15, 23-18, 12-9)
Rossella Virtus Civitanova Marche: Simone Rocchi 25 (3/3, 4/7), Francesco Amoroso 21 (3/6, 3/5), Valerio Amoroso 18 (6/9, 1/6), Attilio Pierini 11 (4/9, 1/4), Filippo Alessandri 8 (2/3, 1/5), Fabrizio Trapani 3 (0/0, 1/2), Marco Vallasciani 3 (0/0, 1/4), Matteo Felicioni 0 (0/1, 0/0), Danilo Raicevic 0 (0/0, 0/1), Dario Masciarelli 0 (0/0, 0/0), Giorgio Montanari 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 22 – Rimbalzi: 35 3 + 32 (Matteo Felicioni 9) – Assist: 11 (Francesco AmorosoFilippo AlessandriFabrizio Trapani 3)
Luciana Mosconi Ancona: Simone Centanni 22 (3/6, 4/7), Francesco Quaglia 20 (5/11, 1/1), Lorenzo Baldoni 13 (6/11, 0/0), Ousmane Gueye 12 (1/5, 3/6), Giovanni Iannelli 7 (2/4, 1/1), Niccolò Rinaldi 5 (1/3, 1/2), Marco Timperi 5 (1/1, 1/2), Michele Ferri 2 (1/3, 0/3), Thomas Monina 0 (0/0, 0/0), Iacopo Demarchi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 21 – Rimbalzi: 40 7 + 33 (Francesco Quaglia 15) – Assist: 13 (Michele Ferri 4)

I commenti sono disabilitati.

 

ANKON Consorzio Sportivo - Via Vittorio Veneto, 20 c/o palasport - 60122 Ancona
Per informazioni scrivici a: info@consorzioankon.it
Vedi la pagina dei sostenitori di ANKON Consorzio Sportivo